Banner Delai

Ricerca per:

3 mesi

Eventi

La Peste di Camus
0
Theatre
Venerdì, 10 Feb 2023 20:30

Il tentativo di essere uomini La città di Orano in Algeria è colpita da un’epidemia inesorabile e tremenda. Isolata, affamata, incapace di fermare la pestilenza, la città diventa il palcoscenico per le passioni di un’umanità al limite tra disgregazione e solidarietà. La fede religiosa, l’edonismo di chi non crede alle astrazioni né è capace di «essere felice da solo», il semplice sentimento del proprio dovere sono i protagonisti della vicenda; l’indifferenza, il panico, lo spirito burocratico e l’egoismo gretto gli alleati del morbo. Quello di Albert Camus è un romanzo che scandaglia a fondo l’animo umano e lo fa scegliendo un momento estremo, di assoluta emergenza, di sconvolgimento dell’ordinario. «L’umanità di Camus è divertente, sorprendente, commovente e appassionante: l’autore francese ci guarda senza giudicarci mai, con occhi sempre nuovi. E ci propone una direzione possibile, un senso nel caos, un freno alla paura». È da queste considerazioni che la regista Serena Sinigaglia si muove per realizzare una versione scenica del testo, interpretato da Marco Brinzi, Alvise Camozzi, Emanuele Turetta, Oscar De Summa e Mattia Fabris. versione italiana e adattamento Emanuele Aldrovandi dal romanzo La peste di Albert Camus © Edizione Gallimard regia Serena Sinigaglia scene Maria Spazzi costumi Katarina Vukcevic luci Alessandro Verazzi suoni e scelte musicali Sandra Zoccolan con Marco Brinzi, Alvise Camozzi, Emanuele Turetta, Oscar De Summa, Mattia Fabris produzione TSV - TEATRO STABILE DEL VENETO, TEATRO STABILE DI BOLZANO e CENTRO D’ARTE CONTEMPORANEA TEATRO CARCANO

Teatro Puccini Piazza Teatro 2, Merano, BZ
AL GAT IN CANTINA
0
Theatre
Venerdì, 10 Feb 2023 20:45

Accademia teatrale F. Campogalliani (MN) commedia in tre atti di N. Vitali - adattamento al dialetto mantovano di Luigi Zuccaro Regia di Roberta Vesentini e Maria Grazia Bettini “Mettere il gatto in cantina è un espediente assai saggio, ma se invece del topo ti mangia il formaggio, questa è la trappola per rimediar….” “Metar al gat in cantina s’evitaria tanti guai ma se invece dal soragh al t’magna al formai, agh voel ‘na trapola par rimediar…..” Ecco, in sostanza, la metafora in musica che anima e accompagna la vicenda de “Il gatto in cantina”, commedia musicale scritta in italiano nel 1930 da Nando Vitali e trascritta in dialetto mantovano nel 1946 da Luigi Zuccaro, che ne trasferì l’ambientazione dalla Toscana alla campagna mantovana, in quel di Gonzaga, regalando la coloritura del vernacolo anche al canto. In questa più casalinga veste e con il titolo “Al gat in cantina”, la rappresentò sempre l’Accademia Campogalliani dal 1946, anno della sua fondazione, fino alle più recenti edizioni di circa vent’anni fa e a quella attuale. Le parti cantate si fondono in modo naturale con il parlato per diventare un recitar cantando capace di restituire molti e diversi stati d’animo: la malinconia, gli stratagemmi furbeschi, l’ironia, i principi di vita casti o disinvolti e smaliziati, il patriottismo e molto altro ancora. E inoltre, sottolineano l’analogia gustosissima fra gatto, topo, formaggio e certi umani che giungono inattesi alla villa di Gonzaga disturbando la luna di miele di Toni e Carlota. Ed ecco presentarsi, assai poco gradite, zia Giudita e la figlia Grassia, sfollate a causa degli scontri fra liberali ed esercito austriaco e, poco dopo, l’amico di vecchia data Gianino, che, pur segretamente innamorato di Grassia di cui ignora la presenza e che lo ama a sua volta, si rivelerà un inguaribile seduttore di…donne maritate! E per di più a lui s’ispira, sebbene più rozzamente, il suo aiutante Lisandar con la cameriera Marianina. Con l’aiuto del vicino e saggio Sior Procopio e dell’ignaro servitore Angil, Toni, temendo per la propria moglie e volendo liberarsi degli scomodi ospiti, ordirà un inganno di impareggiabile e scoppiettante acume che prevede scambi di ruoli con gatti, topi e formaggio. Ci sono anche amore, scanzonato e strappalacrime, un po’ di romanticismo alla Gozzano, un po’ di spirito risorgimentale un pizzico di saggezza e di follia: i caratteri eterni della commedia teatrale ed umana. Più che un’operetta “Il gatto in cantina” si direbbe allora un’opera di “mezzo carattere” ora buffa, ora più seria e molto patriottica. La Campogalliani nel suo Settantacinquesimo, volendo riunire passato, presente e futuro, ha scelto di iniziare ritornando alle origini dell’Accademia con questa deliziosa commedia. E ancora oggi, anzi più che mai oggi, c’è inoltre il piacere di ritrovare il valore del vernacolo, la sua vivacità, i suoi modi di dire, ormai quasi dimenticati. Gli interpreti provengono da luoghi diversi della provincia mantovana e le registe hanno scelto di non uniformarne il gergo: ne risulta uno straordinario mosaico di dialetti mantovani, tutti comprensibili e tutti di nostrana e pittoresca immediatezza espressiva. Ecco dunque che “Al gat in cantina” mantiene ancora la freschezza, l’arguzia, il coinvolgimento, l’attrattiva, la capacità di divertire e di far riflettere su certi valori della vita decretando allo spettacolo un successo ancora vivissimo. Il nuovo allestimento de “Al gat in cantina” è dedicato a Egisto Cantarelli, recentemente scomparso, che volle fortemente la ripresa di questo spettacolo e che fu per tanti anni presenza attiva, garbata e saggia per la Campogalliani e per il suo pubblico. PREZZI Abbonamento n. 09 spettacoli € 60,00 Abbonamento ridotto n. 09 spettacoli € 40,00 Biglietto singolo spettacolo € 9,00 Biglietto ridotto € 7,00 Riduzione per ragazzi under12 anziani over 65 anni - soci UILT (gruppi organizzati, circoli ecc. solo per abbonamenti e per un minimo di n. 10) ABBONAMENTI E BIGLIETTI IN VENDITA Presso SEDE della FILODRAMMATICA DI LAIVES - Via Pietralba, 37 dalle ore 9 alle ore 12 I POSTI IN ABBONAMENTO E I BIGLIETTI PRENOTATI SARANNO NUMERATI E VERRANNO RISERVATI FINO ALLE ORE 20,45 E' possibile prenotare (anche telefonicamente – segreteria telefonica) i biglietti presso la sede della Filodrammatica o il giorno dello spettacolo presso la cassa del Teatro a partire dalle ore 20,00 ENTRATA SECONDO LE NORME ANTICOVID DEL MOMENTO ACQUISTO E PREVENDITA BIGLIETTI PRESSO • FILODRAMMATICA di LAIVES, via Pietralba, 37 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00. • TEATRO CRISTALLO di BOLZANO, via Dalmazia, 30/a Lun/ven. 16.30-18.30 gio/sab. 10.00/12.00 - tel. 0471 1880789 • ASS. TURISTICA LAIVES BRONZOLO VADENA, via Kennedy, 88 8.30-12.30 /14.00-18.00 sab. 9.00-12.00 - tel. 0471 950420

Teatro dei Filodrammatici Passaggio scolastico Maria Damian, Laives, BZ
The Fabelmans
0
Cinema
Sabato, 11 Feb 2023 20:30-
L'evento si tiene dal 11 Feb 2023 al 12 Feb 2023

regia Steven Spielberg interpreti Con Gabriel LaBelle, Michelle Williams, Paul Dano, Seth Rogen durata 151min nazione/anna USA 2022 1952. Sammy Fabelman ha sei anni e al cinema non ci vuole andare, ha paura di affrontare quel mondo di giganti. La madre gli assicura che i film sono sogni indimenticabili, il padre lo rassicura descrivendogli il prodigio di una macchina che fa muovere immagini fisse. In sala “Il più grande spettacolo del mondo” fa il resto. Sam esce dal cinema e l'avvenire è aperto. “The Fabelmans” di Steven Spielberg è una storia semi-autobiografica, basata sull'infanzia e l'adolescenza del regista.

Filmtreff Via Stazione 3, Caldaro s.s.d.v., BZ
Jugendliche für das Leben stärken
0
Formation
Sabato, 11 Feb 2023 09:00-12:30 | 13:30 - 17:00

Mentaltraining für das Mittel- und Oberschulalter Seminar Ziel und Inhalt: Im Kindesalter wird der Grundstein für alle späteren Entwicklungen gelegt. Indem Jugendliche frühzeitig lernen, wie sie sich mental und emotional stärken können, entwickeln sie für die Bewältigung ihrer gegenwärtigen und zukünftigen Herausforderungen eine stabile Basis. Mit Hilfe von konkreten praktischen Tipps des mentalen Trainings befassen wir uns im Seminar mit folgenden Themen: • Was ist Mentaltraining und wie funktioniert es? • Lernen mit Hilfe von Mentaltechniken: Verschiedene gehirngerechte Lern- und Arbeitstechniken • Mentale Methoden, um Blockaden oder Ängste aufzulösen (Blackout, Prüfungsangst, Nervosität usw.) und Herausforderungen erfolgreich zu bewältigen • Methoden und Wege, um Struktur in das eigene Leben zu bekommen • Eigene Ziele fokussieren, konkrete Schritte der Umsetzung planen, um sie zu erreichen • Resilienz - die Kraft des Guten, Übungen zur Stärkung des Selbstbewusstseins, der Selbstmotivation und der eigenen Persönlichkeit • Konzentrations- und Entspannungsübungen für Stressabbau, Gelassenheit und innere Balance Zielgruppe: Mitarbeiter*innen der Kinder-, Jugend- und Sozialarbeit, Erzieher*innen, (Sozial)Pädagog*innen, Lehrpersonen, Eltern, Großeltern und Interessierte Teilnehmerzahl: 8 - 16 Zeit: Samstag, 11. Februar 23, 9.00 – 12.30 und 13.30 – 17.00 Uhr Beitrag: 80,00 € inkl. 22% Mwst. 72,00 € Frühbucherpreis bis 15.01.23 Referent*in: Cordula Oberhuber, Brixen. Praktikumskoordinatorin an der Fakultät für Bildungswissenschaften an der Freien Universität Bozen, diplomierte Mentaltrainerin, zertifizierte Entspannungspädagogin, Referentin in der Kinder-, Jugend- und Erwachsenenbildung Anmeldeschluss: 30.01.2023

Jugendhaus Kassianeum Brunogasse 2, Bressanone, BZ
DAL FIGURATIVO ALL'ASTRATTO
1
Formation
Sabato, 11 Feb 2023 09:30-17:00 |
L'evento si tiene dal 11 Feb 2023 al 12 Feb 2023

Obiettivo del workshop è chiarire il percorso pittorico che portò gli artisti dell’Ottocento in ambito europeo, in particolare J.B.C.Corot, a creare le premesse per il passaggio graduale dal figurativo all’astratto. Verranno analizzate anche le correnti artistiche americane ed europee dalla metà del ‘900, le Neoavanguardie degli anni ’60 e ’70, fino alle proposte più significative dei nostri giorni. Stimolati dalla conoscenza dei grandi pittori del passato, eseguiremo in laboratorio lavori partendo da immagini figurative, puntando ad una loro progressiva astrazione, fino a giungere ad opere totalmente astratte e di grande impatto.

SJEL Gallery Via Ischia 8c, Bolzano, BZ
Angst essen Seele auf - La paura mangia l'anima
0
Cinema
Sabato, 11 Feb 2023 10:30

DE 1974, 93 min. regia: Rainer Werner Fassbinder con: Brigitte Mira, El Hedi Ben Salem, Irm Hermann, Barbara Valentin, Rainer Werner Fassbinder tedesco [sottotit. italiani] Emmi, una sessantenne vedova e con figli sposati, incontra una sera in un bar Alì, un marocchino immigrato per lavoro in Germania. Nasce così un bizzarro “ménage”, ma ciò che manda fuori dei gangheri figli, nuore, condomini e compagne di lavoro (Emmi si occupa delle pulizie nell’edificio in cui abita) non è tanto la clamorosa differenza di età tra lei e l’uomo, quanto il fatto che una “buona tedesca” si sia scelta un arabo. Mettendo a frutto la lezione di Douglas Sirk, Fassbinder inaugura una serie di melodrammi in cui mette a nudo le contraddizioni interne alla Germania degli anni Settanta. Un film sul razzismo quotidiano e sulla normalità, sull’amore e sulla felicità. introduzione: Martin Kaufmann

Filmclub Via Dr. Streiter 8/D, Bolzano, BZ
Società musicale Carpaccio
0
Music
Sabato, 11 Feb 2023 18:00

A febbraio 2023 la „Società musicale Carpaccio” si dedicherà all’esecuzione di musica barocca su strumenti originali. La società musicale Carpaccio è un’associazione di giovani musicisti soprattutto dell’Alto Adige. Ci siamo dati il compito di organizzare e realizzare progetti musicali per avvicinare varie opere al pubblico e a noi stessi. Ci concentriamo su prove e concerti ma anche sul divertimento e sulla gioia di fare musica insieme. Nel progetto Carpaccio si concentra su Georg Philipp Telemann (1681-1767). Sebbene oggi sia spesso messo all’ombra di J. S. Bach e G. F. Händel, fu probabilmente il compositore tedesco più significativo dell’epoca. Il lascito musicale di Telemann è vasto e comprende tutti i generi musicali allora in uso. Tipiche della musica di Telemann sono le melodie cantabili, l’uso di timbri diversi e soprattutto nelle opere tarde gli effetti armonici insoliti. A febbraio del 2023 i musicisti si dedicano all’esecuzione storica. L’obiettivo di questo movimento musicale è la riproduzione di musica antica nel modo più storicamente corretto possibile. Fondamentale è da un lato l’approccio teorico attraverso ricerche storico-musicali e dall’altro l’approccio pratico attraverso la sperimentazione di pratiche esecutive e l’uso di strumenti d’epoca.

Lanserhaus Via Johann Georg Plazer 24, Appiano s.s.d.v, BZ
Punk Vs Funk
0
Partyzone
Sabato, 11 Feb 2023 18:00

LIVE IN CONCERT The Best of Punk, Rock, Funk and more LineUp LiveBands: THE AVIARY BLACKOUT THE FUNKOHOLICS FATAMISCH SECOND FLOOR hosted by DJ Veloziped und Davide Piras +Aftershowparty Open Doors: 19.00 Damage: 10€ (One free Drink Included!) Nightliners to Bolzano, Vipiteno, Brunico available - Start @ Bus Station right next to the venue!

Astra Via Roma 11, Bressanone, BZ
Opas Diandl (BZ/A): „ s t r ö m e n ”
0
Music
Sabato, 11 Feb 2023 20:00

Veronika Egger: voice, violin, viola da gamba Markus Prieth: voice, viola, Raffele – banjo Matthias Härtel: voice, double bass, nyckelharpa Jan Langer: percussion Thomas Lamprecht: voice, guitar  Dopo "Bachblüten und Pestizide", "Schublaadln", "Dotterdämmerung" e "X", questo è il quinto programma della formazione Opas Diandl composta da cinque artisti. In quindici anni, su palcoscenici piccoli e grandi, non si sono lasciati domare, sono andati avanti, sono cambiati senza rimpiangere il passato né temere il futuro. Con "s t r ö m e n", gli Opas Diandl hanno trasformato la loro vita quotidiana in uno spettacolo. Come nelle proposte precedenti, gli Opas Diandl creano un viaggio attraverso mondi emotivi, rimangono seriamente burloni e danzano tra canzoni d'amore e arrangiamenti di sonorità complesse. Non disdegnano le questioni sociali del momento né le storie di fantasia.  Vorticano, brillano e sfarfallano, pulsano e fluiscono sul palco, nella sala, nelle orecchie e nei cuori. Il quintetto si presenta con un nuovo spettacolo ed è felice di condividere con vecchie e nuove conoscenze ciò che scorre costantemente dentro e fuori e intorno ai musicisti: la vita, l'amore e la musica.

Carambolage Via Argentieri 19, Bolzano, BZ
Di STRIE, SALVAN, VIVENE
0
Art & Culture
Sabato, 11 Feb 2023 20:00-21:15 |

Spettacolo multimediale in PAROLE - MUSICA - IMMAGINI. Un viaggio attraverso la splendida Val di Fassa sull’onda di un ritorno al passato che intreccia realtà e fantasia, con la ricomparsa di figure fascinose, ricostruite graficamente (la stria, il salvan, la vivèna, il pelendron) e una ribalta paesaggistico-naturalistica legata a immagini originali di bravissimi fotografi: cime montuose, specchi d’acqua idilliaci, panoramiche e scorci dei paesi teatro delle vicende narrate (Moena, Soraga, Vigo, Pozza, Mazzin, Campitello, Canazei).

Biblioteca di varna Salern, 7, Varna, BZ
Liebesleid & Liebesfreid
0
Theatre
Sabato, 11 Feb 2023 20:00

Märchen mit Musik Ziel und Inhalt: Passend zum Valentinstag bieten die Erzählerin Leni Leitgeb und der Gitarrist Ossy Pardeller einen herzerwärmenden Abend. Von Liebesleid bis zur Liebesfreud ist alles dabei. Natürlich siegt am Ende das Liebesglück – wie könnte es auch anders sein! Mit dabei ist Zauber, Sinnlichkeit und eine Prise Humor. Zielgruppe: Alle Geschichtenliebhaber*innen; Verliebte und Nicht-Verliebte, Verlobte und Nicht-Verlobte, Verheiratete und Nicht-Verheiratete Beitrag: 15,00 € inkl. 22% Mwst. (Beitrag inkl. Häppchen und Getränke) Erzähler*in: Leni Leitgeb, Brixen. Hat sich seit der Jahrtausendwende den Geschichten verschrieben und erzählt mit Begeisterung, Lebendigkeit und Tiefe - www.lenierzaehlt.com Musikalische Gestaltung: Ossy Pardeller, Gitarrist und Komponist, geboren in Bozen, gelebt in Sevilla, Berlin, Salzburg, derzeit in Wien, schreibt Theatermusik für Volkstheater Wien, Komödienspiele Porcia, Landestheater Salzburg, Drama X Wien u.v.a., spielt Konzerte mit „Mikulec-Pardeller“, „Georg Clementi“, „Herbert Berger“, ist Autor der „Miniaturen für Gitarre“, erschienen im „DUX-Verlag-Manching". Anmeldeschluss: 08.02.2023

Jugendhaus Kassianeum Brunogasse 2, Bressanone, BZ
Rolando Tessadri
0
Art & Culture
Sabato, 11 Feb 2023 20:00

Dal 11 al 25 febbraio 2023 il Kunstforum Unterland espone le opere dell'artista Rolando Tessadri. Dopo essersi diplomato all’Istituto Statale d’Arte di Trento, si è laureato a Udine in Conservazione dei Beni Culturali con una tesi su “Gli scritti cinematografici di Giulio Carlo Argan”. Nel 1996 ha vinto il premio per l’immagine della copertina del catalogo dell’Ottantesima mostra collettiva organizzata dalla Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia. Successivamente ha esposto in numerose mostre personali e collettive, fra le quali si ricordano: Situazioni-Trentinoarte, Mart, 2003; Aniconica: nuove presenze nella pittura presso la Fondazione Zappettini di Chiavari e Capolinea Underground a Trento nel 2008; Igino Legnaghi – Rolando Tessadri presso la Galleria Ars Now Seragiotto di Padova nel 2010; Cantos presso UpLoad a Trento nel 2012; Casa Gallo, Vicenza, nel 2013; Supernova collettiva organizzata dal MAG di Riva del Garda nel 2015; L’angolo bello, allestita insieme a Gianni Pellegrini negli spazi di Villa Salvadori-Zanatta nel 2016; Pittura analitica: origini e continuità a Villa Contarini, Piazzola sul Brenta e Rocca di Umbertide nel 2017; Ex post presso la Galleria Civica di Trento, nel 2018; Cromologia presso il Palazzo Assessorile di Cles nel 2022. Recentemente una sua opera è entrata nella collezione della Galleria Civica Mo.C.A. - Montecatini Terme Contemporary Art ed un’altra è stata acquisita dalla Provincia Autonoma di Bolzano nell’ambito del Premio Catalogo Aperto 2021 e resterà disponibile al pubblico presso Artoteca di Bolzano. Il riferimento storico di Rolando Tessadri è soprattutto il Minimalismo americano. I critici che di volta in volta si sono occupati del suo lavoro hanno messo in evidenza una sua tendenza a ridurre i mezzi espressivi fino a raggiungere l’essenzialità del monocromo. L’elemento che caratterizza le opere di Tessadri è inoltre la presenza sulla superficie di una tessitura ottenuta applicando pigmenti colorati e asportandoli con delle grandi racle morbide da serigrafia. Nella loro bidimensionalità, le Tessiture tendono a racchiudere l’immagine nel recinto rigoroso dell’astrazione geometrica, alla quale tuttavia sfugge per avventurarsi nei territori sconfinati del colore e delle sue infinite variazioni. La mostra può essere visitata nei seguenti orari: dal 11 al 25 febbraio, da martedì a sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00 (Kunstforum Unterland – Galleria della Comunità comprensoriale Oltradige Bassa Atesina, Portici 26 - Egna) – Inaugurazione l’11 febbraio 2023 alle 20.00.

Kunstforum Bassa Atesina Via Portici 26, Egna, BZ
Every Brilliant Thing
0
Theatre
Sabato, 11 Feb 2023

Filippo Nigro uno dei più interessanti attori del cinema e del teatro italiano, è il protagonista di Every Brilliant Thing, un’autobiografia scandita da continue liste di “cose per cui vale la pena vivere”, scritta nel 2013 dallo scrittore britannico Duncan Macmillan con Jonny Donahoe. Con il tempo quell’elenco iniziato dal protagonista in tenera età si allunga, seguendo di pari passo il ritmo degli eventi di una vita e la costruzione di un’identità. Il narratore mette a fuoco il rapporto con il padre, con il suo primo amore, il fallimento del suo matrimonio, la ricerca di aiuto nei momenti di difficoltà. Alla fine, la lista, più che alla madre, ammalata di depressione, sarà stata utile al Narratore almeno a comprendere che “...se vivi tanto a lungo e arrivi alla fine dei tuoi giorni senza esserti mai sentito totalmente schiacciato, almeno una volta, dalla depressione, beh, allora vuol dire che non sei stato molto attento!”. Con la complicità di alcuni spettatori e attraverso una scrittura dal ritmo sempre serrato e divertente, Every Brilliant Thing riesce a toccare con sensibilità e con una non superficiale leggerezza un tema delicato e complesso come la depressione. di Duncan Macmillan con Jonny Donahoe traduzione Michele Panella impianto scenico e regia Fabrizio Arcuri co-regia e interpretazione Filippo Nigro oggetti di scena Elisabetta Ferrandino cura tecnica Mauro Fontana produzione CSS TEATRO STABILE DI INNOVAZIONE DEL FVG e SARDEGNA TEATRO

Teatro Comunale Piazza Giuseppe Verdi 40, Bolzano, BZ
Malarina - Serben sterben langsam
0
Theatre
Sabato, 11 Feb 2023 20:30

Gewinnerin Salzburger Stier 2023 Wie integrieren wir uns, die Serben, eine Nation deren Image seit Kaisermord und Srebrenica schwer in Mitleidenschaft gezogen wurde, in einem Land wie Österreich, dessen Geschichtslehrer von ebendiesem Kaisermord mit nicht nachlassender Erschütterung berichten? Malarina lädt zu einer Geschichtsstunde von Sarajewo nach Ibiza und verarbeitet in „Serben sterben langsam“ dem schmerzhaften Verlust HC Straches. Der Weg der serbischen Gastarbeiter führte über Integration Classic hin zu Assimilation 1.0 aus Angst vor Haider. Aus Liebe zu HC Strache kam das Upgrade auf Assimilation 2.0 – Edition inklusive Xenophobie und Islamophobie extended Version. Doch wie soll es für uns Serben ohne HC Strache weitergehen? „Eine außergewöhnliche Mischung aus politsatirischer Geschichtsstunde und Ethnocomedy“ – Der Falter „Malarina arbeitet sich charmant-scharfzüngig durch die größten Verletzungen der serbisch-österreichischen Bromance“ – Die Presse „Malarina zählt mit ihrer Rolle als rechtsaffine Austroserbin zu den interessantesten Kabarettaufsteigern des Landes“ – Der Standard „Klug und hochgradig amüsant“ – profil Vorspiel: Francesca Papa

Dekadenz Obere Schutzengelgasse 3A, Bressanone, BZ
Il tarantismo mediterraneo
0
Art & Culture
Sabato, 11 Feb 2023 20:30

Un viaggio avvincente, uno sguardo interessante che restituisce un’immagine del tarantismo più “plurale” tracciando la cartografia di una rete rituale mediterranea in cui tale “istituto culturale” sembra avere la sua prevalente area di diffusione. Un viaggio affascinante lungo le coste di un mare che si conferma elemento di connessione e propagazione di culture. Con Vincenzo Santoro, Responsabile nazionale cultura e turismo ANCI Mentre Lucia Rongioletti è una musicoterapeuta Entrata libera

Centro per la Cultura Merano Via Cavour, 1, Merano, BZ
44° Carnevale di Laives
0
Others
Domenica, 12 Feb 2023 10:00-18:00 |

PROGRAMMA ore 10 | carri in esposizione lungo la via Kennedy (dal bar Manzana fino a Eurospar) Il trenino-navetta effettuerà il servizio gratuito e continuo sulla tratta Laives - Pineta fino al termine della manifestazione. ore 13 | partenza sfilata in via Kennedy, Laives Nel parco di Pineta intrattenimento per bambini con giochi e gonfiabili. ore 16 | arrivo sfilata a Pineta con successiva premiazione gruppi con musica e ristoro fino alle ore 18 in piazzetta. Concorso Miglior Maschera e Mascherina! NO alle bombolette spray! In caso di maltempo la manifestazione si terrà la domenica successiva 19 febbraio 2023.

Der Räuber Hotzenplotz
0
Kids
Domenica, 12 Feb 2023 16:00

Als Kasperl und sein bester Freund Seppel bemerken, dass die Kaffeemühle der Großmutter verschwunden ist, wissen die beiden sofort, wer dafür verantwortlich ist: Räuber Hotzenplotz! Die Freunde machen sich sofort auf die Suche nach dem Gauner und gelangen dabei unweigerlich in seine Fänge und in die des bösen Zauberers Petrosilius Zwackelmann. In der Gefangenschaft lernen sie die Fee Amaryllis kennen, die sie ebenfalls vor dem Magier retten wollen. Diese Preußler-Neuverfilmung ist beste Unterhaltung für die ganze Familie. Mit Nicholas Ofczarek, Hans Marquard, August Diehl, Christiane Paul u.a. D 2022, Michael Krummenacher, 106 Min. Ab 6 Jahren

Kulturhaus Karl Schönherr Göflaner Straße 27b, Silandro, BZ
Società musicale Carpaccio
0
Music
Domenica, 12 Feb 2023 18:00

A febbraio 2023 la „Società musicale Carpaccio” si dedicherà all’esecuzione di musica barocca su strumenti originali. La società musicale Carpaccio è un’associazione di giovani musicisti soprattutto dell’Alto Adige. Ci siamo dati il compito di organizzare e realizzare progetti musicali per avvicinare varie opere al pubblico e a noi stessi. Ci concentriamo su prove e concerti ma anche sul divertimento e sulla gioia di fare musica insieme. Nel progetto Carpaccio si concentra su Georg Philipp Telemann (1681-1767). Sebbene oggi sia spesso messo all’ombra di J. S. Bach e G. F. Händel, fu probabilmente il compositore tedesco più significativo dell’epoca. Il lascito musicale di Telemann è vasto e comprende tutti i generi musicali allora in uso. Tipiche della musica di Telemann sono le melodie cantabili, l’uso di timbri diversi e soprattutto nelle opere tarde gli effetti armonici insoliti. A febbraio del 2023 i musicisti si dedicano all’esecuzione storica. L’obiettivo di questo movimento musicale è la riproduzione di musica antica nel modo più storicamente corretto possibile. Fondamentale è da un lato l’approccio teorico attraverso ricerche storico-musicali e dall’altro l’approccio pratico attraverso la sperimentazione di pratiche esecutive e l’uso di strumenti d’epoca.

Scuola di musica Siusi allo Sciliar Via Sciliar 2-1, Castelrotto, BZ
Pumuckl und der blaue Klabauter
0
Kids
Lunedì, 13 Feb 2023 16:30

DE 1994, 83 Min. Regie: Alfred Deutsch mit: Gustl Bayrhammer, Wolfgang Vlöz, Enzi Fuchs u. a. Nach langer Zeit bei Meister Eder geht Pumuckl auf Reisen, um beim blauen Klabauter das Zaubern zu lernen. Dafür gehen die zwei auf ein Schiff auf der Donau. Doch der blaue Klabauter ist nicht so nett wie er wirkt. Zum Glück gibt es noch Schiffskoch Odessi, der Pumuckl gerade noch helfen kann. Ein Klassiker kehrt zurück! Empfohlen ab 5 Jahren

Astra Romstraße 11, Bressanone, BZ
Caffè Filosofico
0
Art & Culture
Lunedì, 13 Feb 2023 18:00

La famosa frase attribuita a Niccolò Machiavelli, è diventata l’emblema della filosofia utilitaristica sviluppatasi nell’Ottocento in Inghilterra, secondo la quale la morale deve fondarsi sul beneficio del maggior numero possibile di individui, al cui interno l’interesse e il bene del singolo diventano sacrificabili. Questo principio si contrappone radicalmente all’ideale kantiano, che sino a quel momento aveva proclamato “agisci in modo da trattare l’uomo sempre come un fine e mai come un mezzo”. Può esser considerato giusto porre il bene della maggioranza al di sopra di quello individuale? È possibile una conciliazione tra questi due principi al giorno d’oggi? Introduzione e moderazione di Camilla Stirati Entrata libera

Centro per la Cultura Merano Via Cavour, 1, Merano, BZ
Präsentation des Journals „Futuro zwei. Wir teilen Bilder di
0
Art & Culture
Lunedì, 13 Feb 2023 18:30-19:30 |

Einladung zur Präsentation des Journals „Futuro zwei. Wir teilen Bilder di un futuro condiviso“. 21 Autor:innen und Künstler:innen haben Utopien und Träume für die gute Zukunft aller in Südtirol aufgeschrieben. Dieses Journal will zum Austausch über die Zukunft hier anregen. Das Journal ist in kleiner Stückanzahl erschienen. Warum jetzt? Gründe gibt es viele; vor allem aber die Erfahrung, dass die fünfzig Jahre alten politischen Strategien fürs Zusammenleben (oder besser: Nebeneinander-Leben) an ihre Grenzen stoßen. Am Montag, 13. Februar von 18:30-19:30 Uhr laden wir in der Bar Gitzl (Bozen Nord) zur Präsentation und Aperitivo ein. Bei einem Glas Sekt werden die Herausgeberinnen Lisa und Anna Huber das Journal vorstellen, einzelne Autor:innen werden ihre Utopien und Träume teilen und es wird die Möglichkeit miteinander in Austausch zu gehen geben.

Bar Gitzl Gewerbegebiet Kardaun, Cornedo all'Isarco, BZ
Franco D’Andrea (BZ): „Piano Solo“
0
Music
Lunedì, 13 Feb 2023 20:00

80 anni compiuti l’8 marzo 2021, oltre 160 dischi incisi in Italia e all'estero e 20 premi Top Jazz vinti nella sua carriera, di cui 11 nella categoria “Musicista italiano dell’anno”, il meranese Franco D’Andrea è ormai considerato uno dei migliori pianisti contemporanei e rappresenta l’eccellenza che il jazz italiano ha saputo partorire negli ultimi 50 anni. La sua arte vale l'oceanica immensità della costante ricerca di un linguaggio personale all'interno della tradizione jazzistica e trova proprio nel "piano solo” un’esemplificazione scintillante: una straordinaria panoramica sul suo pensiero musicale libero da manierismi di sorta e costantemente alla ricerca di un'espressività autentica e profonda. Musica di una caparbietà gentile, appuntita, magmatica, scattante e raffinata. Travolgente e coerente allo stesso tempo. Mirabilmente in bilico tra Apollo e Dioniso. Intensamente personale, completamente jazz.  “ll piano solo rappresenta nel jazz” - afferma Franco – “una delle occasioni più adatte per ricercare, improvvisando, nuove combinazioni musicali, con esiti imprevedibili. In genere il musicista ha molti tasselli del mosaico pronti. Nel mio caso possono essere composizioni originali o anche brani dei miei autori preferiti (Kid Ory, George Gershwin, Duke Ellington, Billy Strayhorn, Thelonious Monk, Lennie Tristano, John Coltrane) col profumo che le varie ere del jazz a cui appartengono portano ancora oggi con sé. Ma la trama finale è tutta da inventare, il racconto che ogni sera si dipana sul palcoscenico sarà sempre diverso. Inoltre, qualche volta, suonando può venire alla luce un elemento musicale nuovo, non conosciuto, di cui non sono chiare le implicazioni. Accettare il confronto con questo nuovo elemento significa, in un certo modo, aprirsi un varco verso il mistero.”  In un'epoca in cui - artisticamente parlando - si maneggia tutto, Franco e la sua musica sono una delle luci più forti in una notte buia. Un vero faro che mostra la rotta da seguire. Arte.

Carambolage Via Argentieri 19, Bolzano, BZ
Banner 20anni Ita
Fondazione Provincia
Risultati 151 - 175 di 368