Banner Delai

ECONOCLASM - Pubblicato da Galleria Alessandro Casciaro

0

Informazioni evento

Un progetto realizzato dagli studenti della Facoltà di Design e Arti
della Libera Università di Bolzano.

Il 14 ottobre 2022, due attivisti per il clima hanno gettato della zuppa di pomodoro sul famoso dipinto "I girasoli" di Vincent Van Gogh. Gli attivisti hanno inscenato il loro attacco in modo efficace dal punto di vista mediatico per lanciare un appello al mondo ad agire subito.
Quest’azione, in qualche modo iconoclasta, ha ispirato tutta una serie
di offensive simili per gesta o simbologia alle opere iconiche dell'arte occidentale. Le reazioni dell'opinione pubblica sono oscillate vagamente
tra la disapprovazione morale e l'approvazione. Ci chiediamo perché il mondo dell'arte non abbia reagito immediatamente quando era il bersaglio immediato di questo attacco? Cosa significa quindi per gli artisti emergenti quando i loro coetanei utilizzano le opere d'arte come bersaglio e mezzo di protesta? La mostra "Econoclasm" alla Galleria Alessandro Casciaro esplora proprio le radici di queste gesta. Gli studenti della Facoltà di Design e Arti dell'Università di Bolzano hanno affrontato questo attualissimo quesito nel corso del semestre invernale. Il gruppo Studio Exhibit, guidato da Leander Schwazer, ha innanzitutto collocato le proteste climatiche del museo nella storia ultradecennale dell'iconoclastia. Il tema è stato poi rapportato al presente, scegliendo la città di Bolzano come luogo d'azione. Si tratta di realtà, e questo è ciò che qui si vuole raggiungere. La distruzione e l'inquinamento delle opere d'arte sono reali quanto il cambiamento climatico per gli attivisti ambientali. Il punto di riferimento per i concetti artistici elaborati dagli studenti è la spazzatura della città, montagne di cartone, resti di multinazionali del settore dell’abbigliamento. Gli studenti li hanno raccolti meticolosamente per le strade di Bolzano per poi gettarli nel fuoco in una sorta di rituale. Il mucchio di ceneri è stato raccolto ordinatamente, come un tesoro, e costituisce il materiale di lavoro delle opere realizzate per la mostra. Le ceneri vengono utilizzate come vernice e per un dipinto su larga scala o come riempimento di pillole poi assemblato in una pseudo-architettura urbana... ma la trasformazione ha dato luogo anche a oggetti ironici e critici, come ad esempio un semplice tappeto, ma altamente deperibile, o alla trasformazione in sapone, che ha fatto emergere nuovi riferimenti al rituale della pulizia. Questi lavori sono quindi, nella loro essenza, opere di conversione, da un materiale a un altro, da rifiuti a opere d'arte. Il giorno dell'inaugurazione si potrà assistere a una concreta trasmutazione in forma di performance. Una sorta di cerimoniale di purificazione dei corpi ricoperti di cenere. Il titolo della mostra, Econoclasm, racchiude in sé i termini iconoclastia ed economia, collegandone temi e contenuti. Forse questo neologismo proclama un movimento artistico del tutto nuovo, che gli studenti presentano qui come tale per la prima volta. Un'arte della conversione che non affronta il comportamento distruttivo e sfruttatore della nostra cultura con la negazione, ma lo applica in modo produttivo.


Studenti: Matilde Baldassari, Tino Bors, Francesca Cantele, Ludovica Faro, Claudia Gianella, Dora Musola, Morin Pichler, Viola Silvi, Daniel Walcher, Maria Zugliani

Staff docente: Leander Schwazer, Gerhard Glüher, Davide Tommaso Ferrando

Tags

Contatti :

Il prossimo evento si terrà tra :

00

giorni

00

ore

00

minuti

00

Date e orari evento :

L'evento si tiene dal 23 Gen 2023 al 28 Gen 2023
  • Ven 27 Gennaio, 202310:00-12:30 | 15:00 - 19:00
  • Sab 28 Gennaio, 202310:00-12:30 | 15:00 - 19:00

Note sugli orari :

Sa ore 10 -12.30 Uhr

Potrebbe interessarti anche :

  • Bagno di suoni con le campane tibetane e gong per rilassarsi profondamente. Le vibrazioni e i suoni delle campane costituiscono un metodo di rilassamento efficace contro stress, tensioni di vario genere e blocchi energetici. Dopo il bagno di suoni il ricevente si sente più leggero e in armonia con se stesso. Contributo vedi https://www.anklang.it/it/articoli-seminari/50-conferenza-gratuita-sulle-campane-tibetane-con-bagno-di-suoni.html
  • incontri dialogici rallentati con Brita Köhler
  • BÜCHERWELTEN LITERATURTAG: DAS LEBEN, EIN DSCHUNGEL ES LESEN UND DISKUTIEREN: KONRAD BOGUS?AW BACH, FRANZISKA GÄNSLER, THEA MENGELER, CLAUDIA SCHUMACHER, CONSTANTIN SCHWAB, PRZEMEK ZYBOWSKI Sechs Autor*innen präsentieren beim Literaturtag ihre Debütromane, die mal witzig, mal tragisch vom Dschungel erzählen, der unser Leben sein kann: Die Suche nach der eigenen Frau gerät in Konrad Bogus?aw Bachs rasanter Road-Story „Der Wisent“ zur Irrfahrt zwischen Polen, Deutschland und Holland. Das, worüber eine Kulturjournalistin schreiben soll, entpuppt sich in Constantin Schwabs spannendem Debüt „Das Journal der Valerie Vogler“ zunehmend als undurchschaubare Falle. Die Protagonistin von Tea Mengelers Roman „Connect“ bricht aus dem Dschungel des digitalen Lebens mit dauerhafter Arbeitsüberlastung aus – und tappt in ein undurchsichtiges Netzwerk. Kein Entrinnen, weder vor dem Klimawandel noch vor den Zwängen einer manipulativen Beziehung, gibt es in Franziska Gänslers feinfühligem Roman „Ewig Sommer“. Über das Auf und Ab im Gefühlsdschungel schreibt Claudia Schumacher, die mit „Liebe ist gewaltig“ das sprachstarke Porträt einer bürgerlichen Familie zeichnet, in der Liebe und Gewalt einander nicht ausschließen. Und wer einmal Verlassenheit gefühlt hat, wie jenes Kind in Przemek Zybowskis Roman „Das pinke Hochzeitsbuch“, dessen Eltern ohne ihn in den Westen fliehen, der findet auch als Erwachsener nur schwerlich zurück auf den Pfad des Vertrauens. Moderation: Christoph Pichler 14:00-15:00 Uhr: Konrad Bogus?aw Bach. Der Wisent (Blessing Verlag, 2022) Franziska Gänsler. Ewig Sommer (Kein & Aber, 2022) 15:15-16:15 Uhr: Thea Mengeler. Connect (Leykam Verlag, 2022) Constantin Schwab. Das Journal der Valerie Vogler (Droschl Verlag, 2022) 16:30-17:30 Uhr: Claudia Schumacher. Liebe ist gewaltig (dtv, 2022) Przemek Zybowski. Das pinke Hochzeitsbuch (Luchterhand Verlag, 2022) (Programmänderungen vorbehalten) Termin: SA 28.01.2023, 14:00-17:30 Uhr Ort: Bozen, Waltherhaus, Schlernstraße 1 Anmeldung erbeten: info@kulturinstitut.org, Tel. 0471-313800 Eintritt frei Eine gemeinsame Veranstaltung von Sprachstelle im Südtiroler Kulturinstitut, Landesbibliothek „Dr. Friedrich Teßmann“ und Südtiroler Künstlerbund/Literatur im Rahmen der „Bücherwelten im Waltherhaus“.