banner inside 01 it

LA VECCHIAIA È PIÙ TRANQUILLA SE LA PASSI A VILLA ARZILLA - Pubblicato da martin_inside

0
×

Attenzione

Questo evento è terminato, rimani connesso per nuovi eventi

Informazioni evento

Gruppo G. LUCARONI APS - Mogliano MC

Commedia in dialetto marchigiano
Due atti di Pietro Romagnoli
Regia di Pietro Romagnoli



Ma chi l’ha detto che la casa di riposo è un luogo triste e malinconico, dove gli anziani trascorrono il loro tempo nella noia e nella rassegnazione. Se non ci credete venite con noi a Villa Arzilla, dove gli ospiti sono un gruppo di vecchietti irriducibili, magari un po’ acciaccati, ma sempre pronti alla battuta e a cogliere al volo ogni novità che dia brio alla quotidianità della loro vita. La loro forza è proprio lo spirito di gruppo, si beccano sempre, ma non riescono a stare lontani l’uno dall’altro. Se poi ci mettete un prete direttore, un ragazzo del servizio civile, una fisioterapista e un sindaco che li vuole cacciare, la miscela sarà esplosiva. Ma siamo proprio sicuri che la vecchiaia è più tranquilla se la passi a Villa Arzilla?

Tags

Contatti :

Date e orari evento :

Potrebbe interessarti anche :

  • > testo e regia di Antonio Viganò > con gli attori e le attrici del Teatro la Ribalta- Kunst der Vielfalt > coreografie di Julie Anne Stanzak > scene di Antonio Panzuto > luci di Michelangelo Campanale > costumi di Maria Pascale > collaborazione artistica Paola Guerra > organizzazione Martina Zambelli > una produzione Teatro la Ribalta - Kunst der Vielfalt > con la collaborazione di: Lebenshilfe – Bolzano, Residenze artistiche “Olinda” - Festival, “Da vicino nessuno è normale” - Milano durata: 60' Il ballo è il manifesto poetico della compagnia Teatro la Ribalta-Kunst der Vielfalt, un progetto che indaga sul senso di questa sua appartenenza al teatro: e lo fa con una creazione che coinvolge sulla scena, per la prima volta, tutti gli attori e le attrici della compagnia e i tanti artisti esterni, come la danzatrice Julie Anne Stanzak che ha curato le coreografie. Il ballo è uno spettacolo di teatro - danza dove i personaggi, prigionieri in una stanza - metafora del mondo - cercano di dare un senso alla propria vita, a questa “pupazzata” o “pantomima” che sono le vite desertiche e vuote. Prigionieri delle proprie abitudini e convenzioni sociali, di uno spazio fisico e mentale, lottano per non soccombere alle regole e alle logiche a loro imposte. Prigionieri non solo di quello spazio fisico ma anche dello sguardo che gli “altri” rimandano loro, cercano una via di fuga, un modo per ritrovare una propria soggettività, una propria storia, intima ed esclusiva. La loro lotta è un elogio alla vulnerabilità umana, un canto alla possibilità di esistere e farsi bellezza e stupore. CORPI ERETICI MADE IN BZ Teatro la Ribalta - Kunst der Vielfalt
  • con Lunetta Savino > e con Andrea Renzi > di Florian Zeller > regia Marcello Cotugno > produzione Compagnia Moliere in collaborazione con Teatro Quirino ATTENZIONE: I POSTI PER QUESTO SPETTACOLO SONO ESAURITI Ne “La Madre” Zeller indaga con estrema acutezza il tema dell’amore materno e le possibili derive patologiche a cui può condurre. La partenza del figlio, ormai adulto, viene vissuta dalla donna come un vero e proprio tradimento, come abbandono del nido, a cui si aggiunge una decadenza dell’amore coniugale in atto da tempo. Anna, la madre, è ossessionata da una realtà multipla, una sorta di multiverso della mente, in cui le realtà si sdoppiano creando un’illusione di autenticità costante in tutti i piani narrativi. Il mondo di Anna è un luogo in cui lei non si riconosce più, isolata da un ménage familiare che l’ha espulsa. Ma la responsabilità di questa solitudine non sta forse anche nell’aver rinunciato alla vita? Abdicare ai sogni, alle speranze e ai desideri unicamente per dedicarsi al proprio unico figlio maschio su cui riversare frustrazioni, rimorsi e ideali d’amore non è forse un cammino che inclina pericolosamente verso la disperazione? Ma dai ricordi di Anna si può immaginare un risveglio? Nella sua mente di madre si affastellano ora sequenze oniriche ora situazioni iperrealistiche che, alla fine, non sembrano essere né un vero sogno, né la banale realtà del presente, ma una vertigine ipnotica e crudele dalla quale risvegliarsi è impossibile. Nella società liquida e levigata di Zygmunt Baumann e Byung Chul Han il senso di colpa non basta più a tenere vicini i figli. Nel dolore del lasciarli andare, per una madre, c’è tutta l’accettazione della vita nel suo divenire, c’è del lasciar andare una parte di sé per rinascere nel distacco. Rassegna In Scena 23/24 - Teatro Cristallo in collaborazione con Teatro Stabile di Bolzano
  • “Die Nacht der Musicals” presentata dalla Broadway Musical Dance Company Lo spettacolo di grande successo con piu di 2 millioni spettatori Lo show di due ore è un’opportunità per tutti gli amanti del musical. Il pubblico fa un viaggio nel mondo del musical, saranno presentati i pezzi più noti dei musical “Moulin Rouge”,“The Greatest Showman”, e tanti altri. È uno show spettacolare per i fans del musical ma anche per quelli che hanno voglia di conoscere questo genere musicale pieno di energia e colori. I brani più belli dei musical più amati! Gli attori presenteranno i pezzi più amati dei seguenti musical: “Mamma Mia”, oder “We Will Rock You“, ed anche gli All Time Favourites come “Il Fantasma dell’Opera”, “Cats”, “The Rocky Horror Show”, “Elisabeth”, “Grease” e “West Side Story” e tanti altri. Lasciatevi incantare da un vero e proprio spettacolo musicale a “Die Nacht der Musicals”! Soggetto a modifiche senza preavviso! Variegato, diverso, unico! Die Nacht der Musicals 2024 con i brani più belli dei musical più amati, di oltre 2 milioni di visitatori che possono rivivere l’atmosfera di Broadway a New York e del West End a Londra.